Comunicato Stampa Associazione parco di Sant’Anna del 28.05.09

COMUNICATO STAMPA DEL 28.05.2009

Il 26 Maggio il Consiglio Comunale ha approvato una deroga al blocco delle concessioni edilizie che comportino nuovi consumi di suolo nel quartiere di S. Anna. Essa era stata urgentemente disposta a Settembre 2008, dopo aver constatato che nei primi quattro anni di vigenza del nuovo R.U. il Comune aveva “distrattamente” concesso nuovi permessi – per complessive due volte e mezzo la massima quantità di nuovi carichi insediativi residenziali ammessi dal Piano Strutturale – nel popoloso quartiere cittadino.

La deroga è stata unanimemente votata da tutte le forze politiche per la immediata costruzione di 40 alloggi nell’area destinata ad edilizia popolare in Via Vecchi Pardini, località Piagetta, in parte finanziabili con un contributo della Regione Toscana che altrimenti, si dice, sarebbe andato perduto. Senza voler entrare in valutazioni di opportunità complessiva che spettano alla sfera politica, questa Associazione – costituita con lo scopo di tutelare il territorio di S.Anna – non può fare a meno di esprimere il proprio disappunto per un dibattito in Consiglio Comunale che non ha mostrato alcuna preoccupazione per la delicata ubicazione dell’intervento e per i conseguenti ulteriori carichi veicolari e ambientali in un quartiere, e in una particolare zona del quartiere come quella di Via Vecchi Pardini, già abbastanza oltraggiati per i comportamenti omissivi di chi avrebbe dovuto garantire il monitoraggio di concessioni edilizie.

Tutti possono giudicare con quanta disinvoltura negli ultimi 3-4 anni siano stati dovunque rilasciati permessi a fini residenziali, ma questa mancata vigilanza risulta ancora più grave nel quartiere di S.Anna se è vero che vi sono aree specificamente destinate ad ospitare ulteriore sviluppo di questa particolare tipologia di edilizia!

Dopo aver lamentato il ritardo con cui gli uffici hanno predisposto la pratica dei 40 alloggi, la Giunta e i rappresentanti dei partiti politici si sono reciprocamente compiaciuti per gli innegabili effetti socio-assistenziali della tempestiva decisione, senza mostrare alcun tipo di remora o preoccupazione per gli effetti socio ambientali dell’intervento in un quartiere la cui qualità della vita è andata degradandosi di anno in anno, fino a compromettere per sempre relazioni umane che un tempo venivano favorite dalla promiscuità con la campagna, dal rapporto con il fiume, dalla vita di corte, dalla mobilità pedonale, dalla prosperità del commercio di vicinato. Autorizzata la costruzione di atri 40 alloggi popolari, chi ci assicura che il Consiglio Comunale non voglia approvare, magari prendendo spunto da qualche altro pretesto amministrativo, una nuova ennesima deroga al blocco di nuovi consumi di suolo, per favorire la costruzione a S.Anna di altri centri direzionali o commerciali di cui la popolazione, in così sorprendente aumento, avrà prima o poi bisogno?

Il Presidente Umberto Capocchi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...